Regole delle puntate

Limit Poker

Nel Limit Poker (Poker con limite), l'importo che potete puntare ha un limite ben preciso. Questo limite compare nel nome della partita (€3/6, €20/40 ecc.).

Quindi, ad esempio, se state giocando in una partita con 'limite €1/2', gli importi minimi delle puntate saranno:

  • Prima del Flop: €1
  • Al Flop (quando vengono distribuite le prime tre carte comuni): €1
  • Al Turn (quando viene distribuita la quarta carta comune): €2
  • Al River (quando viene distribuita la quinta e ultima carta comune): €2

Nota: non è possibile piazzare una puntata inferiore al big blind. Inoltre, tutti i rilanci devono essere fatti per incrementi degli importi delle puntate.

Ad esempio, in una partita con limite €1/2, i rilanci saranno i seguenti, e limitati sempre a quattro volte la prima puntata piazzata:

  • Prima del Flop: €1, €2, €3 fino a €4
  • Al Flop: €1, €2, €3 fino a €4
  • Al Turn: €2, €4, €6 fino a €8
  • Al River: €2,€4, €6 fino a €8

No-Limit Poker

Nel No-Limit Poker (Poker senza limiti), non c'è un limite alla puntata massima che si può piazzare. Tuttavia, c'è una puntata minima equivalente al big blind.

L'importo di rilancio minimo deve essere almeno pari alla puntata o al rilancio precedenti nello stesso giro. Ad esempio, se il primo giocatore punta €10, il secondo giocatore deve rilanciare di almeno  €10 (per una puntata totale di €20). Non c'è un rilancio massimo; potete rilanciare di quanto volete. Tuttavia, se volete chiamare una puntata ma non avete abbastanza fiches per coprirla, sarete 'all-in'. A questo punto, potete solo vincere la parte del piatto coperta dalle vostre fiches.

Pot-Limit Poker

Il Pot-Limit Poker (Poker con limite al piatto) è il tipo di poker più diffuso in Europa. È simile al No-Limit Poker ma presenta alcune differenze sostanziali.

Nel poker con Limite al piatto, i giocatori possono puntare un importo che può essere compreso tra quello del blind e quello del piatto. Il piatto include la somma di tutte le puntate e di tutti i rilanci piazzati durante il giro corrente.

Facciamo un esempio: il piatto al centro del tavolo contiene €100. In un giro successivo, un giocatore punta €20 e i due giocatori successivi chiamano questa puntata di €20. Il quarto giocatore può chiamare la puntata di €20 e rilanciare quindi di un massimo di €180. Questo rilancio corrisponde ai €100 nel piatto, la prima puntata da €20, le due puntate da €20 dei due giocatori che hanno chiamato e i €20 con cui ha chiamato il quarto giocatore stesso, che insieme danno un rilancio complessivo di €180. Vi basterà giocare poche partite di esercitazione per capire questo semplice meccanismo!