Un giocatore della scuola di pensiero che i satelliti per i tornei maggiori siano una buona occasione da sfruttare, è Barry Carter, editore su PokerStrategy.com e co-autore di The Mental Game of Poker I e II, oltre che del Poker Satellite Strategy recentemente uscita .

È giusto dire che Carter conosce una o due cosine sull’argomento, quindi siamo rimasti molto soddisfatti quando ci ha detto che era disponibile a raccontarcene qualcuna per il nostro blog. 

 Il sistema dei T$ e dei satelliti

È in corso da anni il dibattito sulla fruizione dei ticket vinti grazie ai satelliti, visto che più di un giocatore, nel momento di massima espressione del poker moderno, si è costruito addirittura una carriera grindando i satelliti. 

La dicitura “cashabile” o “non cashabile”, ha messo in seria difficoltà sia i giocatori che chi gli operatori, visto che, nel momento in cui schedulavano satelliti “non cashabili”, hanno avuto un calo nelle affluenze verso tale tipo di mercato. 

Rob Young ha deciso di utilizzare per partypoker.com una diversa politica che permette l’utilizzo “misto” dei T$: in pratica se vinci un satellite di $109, per fare un esempio, potrai utilizzare il ticket scomponendolo in più parti, per fare tre tornei da 33$ o come meglio il giocatore preferisce. 

Oppure ancora può utilizzarlo al completo per partecipare ad un torneo dal buy in più alto, ma con la possibilità di “aggregarlo” al proprio bankroll. 

Le parole di Barry Carter

“Penso che l’impossibilità di poter trasformare i propri ticket in denaro, sia il miglior sistema a lungo termine per un operatore, ma se sei un fan dei satelliti, i T$ sono comunque un ottimo modo per costruirsi il bankroll. 

Sono di parte perché sono il coautore di Poker Satellite Strategy, un nuovo libro su come battere questo formato, contro intuitivo e da molti incompreso.

Quando i T$ erano una valuta parificata ai soldi che potevi cashare, e questo accadeva su tutti i siti, sono riuscito a costruire abbastanza velocemente un bankroll decente,e la mia coautrice Dara O’Kearney è stata ampiamente considerata come la migliore giocatrice satellitare al mondo.

LIBRO SATELLITI

Sfrutta le tue capacità se pensi di saper giocare i satelliti

Oggi ad un certo punto devi per forza usare T$ per i tornei “normali”, ma ciò che cambia ai grinder più forti di questo format, è reinvestire le loro vincite in ulteriori satelliti, incluso lo stesso livello di buy-in a cui hanno appena giocato.

Quindi, se sei particolarmente bravo con i sat, puoi passare più tempo a giocarli. La reintroduzione di T$ ha letteralmente significato che giocherò di più su partypoker proprio per questo motivo!

Ma prima di tuffarsi nei sat pensando che siano un gioco da ragazzi, devi sapere cosa aspettarti e come differiscono dagli altri tornei. In Poker Satellite Strategy delineiamo la strategia completa necessaria per battere i satelliti e la selezione dei giochi è sorprendentemente un elemento da non sottovalutare.

Qualche consiglio

Nei satelliti, ci sono spesso momenti in cui è possibile effettuare shove che in un torneo normale non avrebbero senso, con il 100% del range quando siete vicini alla bolla. 

Questo perché quando un avversario ha un posto quasi sicuro, spesso dovrebbe foldare il 100% del proprio range, anche gli assi. 

Esploriamo la GTO in modo molto dettagliato nella strategia in Satellite Poker Strategy,  e spesso c’è un modo ‘corretto’ e molto chiaro per giocare in questo tipo di scenari dove prendi tutto (il tuo ticket) o niente!”

Condividere.

Comments are closed.