IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. |  Probabilità di vincita
Close

Come si gioca

Suggerimenti per decidere quando rilanciare o chiamare nel poker

Chiamare può sembrare l'opzione più sicura, ma la maggior parte delle volte rilanciare è meglio. Qui spiegheremo perché, con argomenti tra cui:

Impegnarsi a vincere

Una buona regola pratica è quella che dice che: “se non è abbastanza buono per un rilancio, non è abbastanza buono per un call”. Quindi, se hai la mano migliore, dovresti rilanciare per valore. In caso contrario, passa, a meno che le probabilità non siano buone per migliorare la tua posizione attuale, in una migliore.
In late position, potresti ritrovarti in una mano in cui chi ha agito prima di te ha foldato oppure limpato e nessuno di questi ultimi sembra così entusiasta di averlo fatto. Essendo il raiser o lo scommettitore iniziale, puoi mettere in tasca questi piatti facili e aggiungerli al tuo stack.
In ogni caso, un rilancio ha il potenziale per portare a casa dei buoni dividendi, mentre un call non ha le stesse caratteristiche potenziali.

Esempio di mano n. 1

  • € 0,25 / € 0,50 cash game full ring
  • La tua posizione: middle position 
  • La tua mano: 9♣ 9♦
  • L’action generale quando tocca a te: tutti hanno foldato

Due nove non è la mano migliore del mondo, ma se rilanci in questa situazione, i tuoi clienti potrebbero trovarsi in difficoltà, perché: 

  • Tutti potrebbero passare e tu prendi i bui
  • Potresti essere chiamato, per poi fare continuation bet e prendere il piatto al flop
  • Potresti floppare un set e vincere un grosso piatto contro la overpair di un avversario

Certo, potresti essere chiamato e perdere il flop, ma chi lo può mai sapere? Come raiser pre-flop, hai messo pressione ai tuoi avversari. Quindi, a meno che il flop non sia un ovvio “no-go”, puoi comunque puntare, con una buona possibilità di far passare gli altri giocatori. Qualcosa che non avresti potuto fare se avessi semplicemente chiamato.

Perché giocare aggressivo è meglio

La frase "check to the raiser" (check a chi ha rilanciato) contiene molte verità. I giocatori che hanno chiamato pre-flop tendono a fare check per far parlare chi ha rilanciato. Se questo accade in una situazione 1 contro 1, un'elegante puntata tecnica tra due terzi e tre quarti del piatto dovrebbe farti vincere il piatto, qualunque sia le combinazione delle tue carte.
Le persone mancano il flop due terzi delle volte, quindi se vedono il raiser pre-flop rilanciare di nuovo, accetteranno il suggerimento e folderanno. Basta essere consapevoli che se hai missato il flop e hai più di un avversario, le cose possono diventare complicate.
Morale della favola: rilanciare pre-flop ti dà il controllo e dovresti effettuare una continuation bet quasi ogni volta che ti trovi di fronte a un singolo avversario.

Esempio di mano n. 2

  • € 0,25 / € 0,50 six-max cash game 
  • La tua posizione: bottone
  • La tua mano: J♦ 10♦
  •  L’action generale quando tocca a te: due fold, il giocatore sul cut off limpa

Rilanciare è meglio qui per una serie di motivi:

  • Puoi caricare i bui (che sono fuori posizione per il resto della mano), di un costo extra per evitare di fargli vedere il flop gratuitamente.
  •  Il fatto che il cut-off abbia limpato probabilmente significa che ha una mano marginale con cui vorrebbe vedere un flop a buon mercato. Levagli queste velleità raisando.

Se qualcuno ti chiama? Nessun problema. Una continuation bet su qualsiasi flop vincerà abbastanza volte da renderlo utile. Basta non premiare i limpers nella mano: rilanciare a € 2,50 in totale sarebbe giusto. 

Come vincere di più con meno piatti

Il trucco qui non è giocare più mani, ma essere più selettivi - e quando giochi, fallo con convinzione. Questo stile è chiamato tight-aggressive, o TAG in breve, e ti darà più credito per una mano grossa anche quando stai bluffando.

Esempio di mano n. 3

  • € 0,25 / € 0,50 6-Max cash game 
  • La tua posizione: under the gun
  • La tua mano: J-J
  • L’action generale quando tocca a te: primo di agire

Circa il 95% delle volte dovresti aprire un rilancio per quattro volte il big blind. In questo esempio, il flop è A-Q-4. Dovresti scommettere per rappresentare l'asso.
Sì, il board fa un po' paura, ma se fai check stai dicendo al tuo avversario che non hai l'asso e alla fine sarai costretto a passare.
Se il tuo avversario chiama, niente panico: le continuation bet sono così comuni che la loro mano probabilmente non è niente di speciale. Quindi, a meno che il turn non sembri davvero brutto (un K, una Q o un 10 in questo caso), dovresti semplicemente andare avanti. Mostrando forza fino in fondo, è probabile che li costringerai a passare, cosa che non accadrebbe se avessi chiamato all'inizio.

Esempio di mano n. 4

  • Full ring da € 0,25 / € 0,50
  • La tua posizione: cut-off
  • La tua mano: 10-10
  • Azione: tutti foldano fino al HiJack che rilancia a € 2

Potresti chiamare qui. Ma un controrilancio ti mette in una posizione molto migliore, perché la reazione del tuo avversario ti dirà qualcosa su ciò che ha in mano. Supponiamo che tu rilanci a € 7 e il tuo avversario controrilanci per un importo tra € 20 e € 30 (una dimensione ragionevole del re-raise). Se entrambi avete stack da € 50, ora sappiamo che a) non può più foldare (ha già circa il 50% delle sue chips nel piatto) e b) probabilmente sei molto indietro - o nel migliore dei casi contro A-K.
Quindi puoi passare qui, sapendo che probabilmente hai perso il minimo (al contrario del tuo intero stack se il flop fosse stato nove carta alta).

Se folda, ovviamente va benissimo. Ma se chiama, cosa ci dice? Probabilmente gli piace la sua mano e vuole vedere il flop, ma non è così entusiasta. Quindi, se manca il flop, molto probabilmente passerà alla tua continuation bet.