IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. |  Probabilità di vincita
Close

Come si gioca

Informazioni sulla varianza nel poker e su come calcolarla

Se vuoi avere successo nel poker, è importante dare uno sguardo al lungo periodo. In questa sezione spieghiamo perché, trattando argomenti come:

Fortuna vs abilità

Il poker è quasi unico nella sua miscela di fortuna e abilità. Se andassi 1 contro 1 con quasi tutti i giocatori del mondo e andassi all-in, senza nemmeno guardare le tue carte, avresti quasi il 40% di possibilità di vincere.

Suona abbastanza bene, vero? Fino a quando non ti rendi conto che se usi questa tattica più e più volte, finiresti per perdere il 60% delle volte. Quindi, anche tenendo conto dei soldi che vinceresti, a lungo termine sicuramente finiresti in rosso.

Si tratta solo di abilità, quindi? Beh, non esattamente. Potresti essere il miglior giocatore del mondo, con una mano che è una delle preferite con a favore l’80% di probabilità, ma non c'è alcuna garanzia che ne uscirai vincitore. Questo dipende da un fattore chiamato varianza, qualcosa che ogni giocatore di poker deve capire se vuole andare avanti.

Varianza e perché è importante 

Come "il pesce che è scappato dalla rete" del pescatore, la varianza è diventata un po' una specie di spauracchio del poker, la scusa quando le cose vanno malissimo. Essa ha invece una solida base matematica, l'idea è che nel mondo reale i risultati sono prevedibili solo in modo generale. Gli eventi una tantum tendono a variare. È così semplice.

Prendi l'esempio di un dado a sei facce. Se vuoi tirare un 2, le tue possibilità sono una su sei. Ma se lanci i dadi sei volte, potresti non ottenere affatto un 2. Oppure potresti ottenere tre 2. Potresti anche ottenere sei 2 di fila (meno probabile, ma potrebbe accadere). Questa è la varianza.

In termini pokeristici, questo significa che anche se ti aspettassi che una mano parta al 80% perda una volta su cinque, in realtà potresti vederla perdere due, tre o anche tutte e cinque le volte. Dovresti scommettere su quella mano? Ovviamente dovresti, perché se giocassi nel lungo periodo sempre con quelle quote, saresti quasi sempre in the money. Ma non sempre.

L'estremità sbagliata della varianza

Quando stai seguendo l’ordine statistico delle cose, potresti ritrovarti a perdere soldi partita dopo partita, anche quando stai ottenendo mani decenti e giocando come un campione del mondo.

Per alcuni giocatori, questo è troppo da sopportare. Perdi fiducia nella tua tattica, inizi a giocare selvaggiamente e, prima che tu te ne accorga, non è più la varianza il problema: sei tu.

Allora cosa dovresti fare? Quello che fanno tutti i migliori giocatori di poker: gioca in modo strategico, sii paziente e aspetta. Perché qualunque cosa accada oggi, domani, la prossima settimana o anche il prossimo anno, i numeri alla fine diranno la cosa giusta.

Far funzionare la varianza a tuo favore

Ora che conosci la varianza, ci sono alcune cose di base che puoi fare per implementarla nella tua strategia:

  • Gestione del bankroll. Assicurati di giocare con la posta in gioco congrua (in modo da poter affrontare una potenziale bad run e a riprenderti senza difficoltà).
  • Tienine traccia. Annotare i risultati nel tempo ti aiuterà a mettere a fuoco quelli che sono i tuoi risultati in prospettiva futura.
  • Mantieni il tuo vantaggio. Sai come dovresti giocare. Continua a leggere la teoria del poker, mantieni la calma e fidati che i tuoi metodi ti ripagheranno nel tempo.

È anche utile sapere in che modo la varianza influisce su di te personalmente. Ad esempio, i giocatori “da libro di testo” sperimenteranno meno alti e bassi rispetto ai giocatori che bluffano in modo aggressivo e con frequenza. Il No-limit Hold'em ha più varianza incorporata rispetto alle versioni limit del gioco.

Puoi persino calcolare la tua varianza se lo desideri (abbiamo incluso un esempio di seguito se vuoi provarlo). Per molti giocatori, aiuta a sapere che tutto sta andando secondo i piani.

Ancora più importante, è la questione della mentalità. Devi sapere che, in base alle leggi matematiche dell'universo (che non sono mai sbagliate), più giochi, più vicini alle probabilità previste saranno i risultati.

Quando prendi questa visione a lungo termine, vedrai il lato positivo della varianza: ogni perdita è un trampolino di lancio verso una vittoria.

Come calcolare la tua varianza

Supponiamo che giochi cinque sessioni di no-limit Hold'em e le tue vincite siano:

1 2 3 4 5
$10 -$6
$14
-$12
$7

La tua vincita media qui è di € 3 per sessione (10 - 6 + 14 - 12 + 9) / 5 = 3).

Per calcolare la varianza, nota quanto ogni sessione è lontana da quella media:

1 2 3 4 5
7 9 11 15 4

Quindi piazza questi valori, sommali e dividi per il numero di sessioni (cinque), quindi trova la radice quadrata del risultato. Nel nostro esempio è € 9,9.

Quindi, sebbene la tua vincita media sia di € 3 per sessione, un risultato realistico sarebbe di € 9,9 su entrambi i lati.