IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CREARE DIPENDENZA PATOLOGICA. |  Probabilità di vincita
Close

Come si gioca

Side pot poker: tutto quello che dovresti sapere sul sidepot

Cose che imparerai:

  • Che cos'è un sidepot 
  • Perché alcune persone pensano che non dovresti scommettere su un sidepot
  • Quando dovresti puntare e quando dovresti fare check

È una delle prime cose che impari giocando a poker da torneo: “non puntare su un piatto secondario secco”, il classico sidepot.

La gente dice che se tu e un avversario vedete il flop quando un terzo giocatore è all-in, normalmente non dovreste puntare - perché è più importante eliminare il giocatore all-in che vincere qualche chip extra.

Questo è diventato un errore comune nel poker. In effetti, ci sono molte situazioni in cui è corretto scommettere piuttosto che tentare di mettere fuori gioco il terzo giocatore. Diamo un'occhiata ad alcune situazioni in cui è corretto puntare in un piatto secondario e ad altre in cui è meglio restare attaccati alle proprie chips.

Quando non scommettere

Prima di tutto, parliamo di situazioni in cui questa saggezza ricevuta è vera. Cioè, quando non dovresti scommettere su un sidepot secco.

Una situazione tipo è quando ti trovi nelle fasi bolla di un torneo o quando sei in una fase del torneo in cui sta per esserci un significativo aumento dei premi in denaro. Quindi, il tuo obiettivo principale è quello di eliminare i giocatori. Questo perché guadagni soldi ogni volta che un giocatore viene eliminato.

Ad esempio, immagina di essere in un torneo in cui vengono pagati 27 posti e rimangono 28 giocatori. Il giocatore al 27 ° posto ottiene € 10.000, mentre il 28 ° posto non ottiene nulla.

Se due di voi sono nel piatto e un altro giocatore è all-in, dovresti fare tutto il necessario per eliminare l'avversario che è all-in.

Di solito, questo significa controllare la mano verso il basso per originare la massima possibilità di eliminare il terzo giocatore (se la tua mano non elimina il giocatore all-in, la mano del tuo avversario potrebbe riuscirci). Quindi, in generale, scommetteresti solo una mano molto forte come un set, una scala o un colore - mani che sono virtualmente garantite per vincere il piatto.

Se il terzo giocatore viene eliminato, hai appena guadagnato € 10.000 in denaro reale. Ma se avessi puntato, potresti non aver eliminato il giocatore e potresti anche aver rischiato di uscire tu stesso dalla bolla. Ovviamente, questa alternativa ti costa denaro nel lungo periodo ed è qualcosa che dovresti evitare.

È chiaro che ci sono situazioni in cui non dovresti scommettere e dovresti invece cercare di eliminare i giocatori.

Tuttavia, il grosso errore commesso da così tanti giocatori è quello di trasferire questo consiglio a tutte le situazioni di torneo, invece che solo a quelle specifiche a cui lo si dovrebbe applicare. Lo vedono come un consiglio universale perché non ne comprendono appieno i concetti.

Quando scommettere

Prendiamo la stessa situazione, ma ora ci sono 500 giocatori rimasti, sempre con 27 posti pagati. In questo caso, eliminare un giocatore non ha quasi alcun valore: non ci sono grandi salti di denaro o differenze significative di premio di cui preoccuparsi. È fantastico se mandi qualcuno a parlare coi muri, ma ci saranno comunque altri 472 giocatori da eliminare prima di fare soldi veri.

Di conseguenza, dovresti sfruttare qualunque gioco che abbia il valore atteso più alto in quel momento - la tua equity complessiva nel torneo non è ancora importante. Spesso, questo significa proteggere la tua mano puntando, indipendentemente dal fatto che ci sia un piatto secondario.

Diamo un'occhiata a un esempio:

  • I bui sono 100/200 e il giocatore A rilancia all-in per 1,500. L’azione arriva a te dal bottone e chiami con A♣ Q♠. Anche il big blind chiama, portando il piatto a 4,600.
  • Il flop è Q♣ 9♥ 8♥, che ti dà una top pair con top kicker, una gran bella mano. Il big blind fa check. Ricorda, il giocatore A è ancora all-in.
  • Adesso tocca a te. Questa è una situazione in cui se fosse la bolla, checkeresti sicuramente. Non ti dispiacerebbe troppo se il big blind avesse qualcosa come A♥ 10♥ e facesse un colore o una scala - perché almeno il terzo giocatore sarebbe stato eliminato e avresti fatto dei soldi veri.
  • Tuttavia, nelle prime fasi di un torneo, dovresti quasi sempre scommettere. A questo punto del procedimento, vincere quel piatto da 4.600 è molto più importante che eliminare il giocatore all-in e saresti infastidito se lasciassi che il tuo avversario facesse un colore o una scala e vincesse la mano gratuitamente.
  • Pertanto, dovresti proteggere la tua mano facendo una puntata sufficientemente grande e facendo pagare al tuo avversario per chiudere il suo progetto
  • Poiché la maggior parte dei giocatori generalmente non scommette quando c'è un side pot e un giocatore è all-in, sii consapevole che se vieni chiamato in questa situazione il tuo avversario raramente avrà una mano debole. Se vieni chiamato su un board dall'aspetto dry come Q♣ 7♥ 2♦, dovresti rallentare di conseguenza contro i tipici avversari. Se vieni chiamato su un board super wet e il draw va a segno, dovresti stare invece molto attento.

Come puoi vedere, il poker non è così semplice come alcuni potrebbero dirti. Consigli generici come "non scommettere in presenza di un side pot secco nei tornei di poker" non dovrebbero essere presi per il loro valore nominale, quindi la prossima volta che sentirai Capitan Casino e il suo esercito di rebuy offrire lezioni di poker come questa al tavolo, pensa su ciò che stanno dicendo in modo più dettagliato. Cerca di capire se i concetti sono corretti, prima di applicarli tu stesso. Come questa regola insegna, la saggezza ricevuta non è sempre affidabile.